Spiedo serlese - Ristorante la Betulla

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lo spiedo è il primo e più genuino modo di cuocere la carne e fa parte della cucina tipica bresciana e serlese. Giosuè Carducci lo Cita della poesia San Martino :

"…Gira su' ceppi accesi
lo spiedo scoppiettando
sta il cacciator fischiando
su l'uscio a rimirar…"

La preparazione di questo piatto prevede innanzitutto:
Carni di prima scelta di origini italiane: il coniglio, il pollo e il maiale dal quale si ricavano i "lombini" e le costine.
La salvia, erba aromatica che contribuisce a insaporire ogni presa dello spiedo.
Il burro, delle nostre valli,dona la giusta consistenza a ogni presa e la sua fragranza ineguagliabile.
Le braci di carpino, nocciolo o ginepro,sono l'unica fonte di calore per la cottura,inoltre  questo metodo toglie gli eccessi di grasso.

L’arte della creazione dello Spiedo parte con l’inserimento di ogni presa nelle aste intervallata da una foglia di salvia, alternando le carni .Viene cotto molto lentamente tramite le braci ,che contribuiscono all’aroma inconfondibile di questo secondo piatto. La tempistica di cottura varia dalle 6 alle 8 ore; questi tempi lunghi favoriscono il mantenimento della crosta esterna della presa, leggermente croccante, e la sua morbidezza interna.
Passato il tempo necessario,viene sfliato dai "bracoi" e servito con polenta intingolo,ossia il burro di cottura, e accompagnato da patatine.
Braci per lo Spiedo
Spiedo de.co di Serle
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu